Una settimana di iniziative vocazionali

 

Domenica 12 maggio 2019 la Chiesa tutta celebra la 56° Giornata Mondiale di preghiera per le Vocazioni: come ogni anno questo appuntamento cade la IV domenica di Pasqua, detta “del Buon Pastore”. Il Centro Diocesano Vocazioni, al lavoro da tempo per organizzare le iniziative di questa settimana, si è concentrato su quello che era da mesi il tema proposto a livello nazionale per questa giornata: “Come se vedessero l’invisibile” (cfr. Evangelii Gaudium n. 150). Una premura particolare ha portato a prevedere più eventi nel corso della settimana, permettendo così di coinvolgere diverse zone della diocesi e molteplici realtà, anche di vita religiosa. La consueta Adorazione Eucaristica mensile per le Vocazioni si terrà mercoledì 8 maggio alle ore 21 presso la Sede dell’Anno Propedeutico e della Fraternità San Filippo Neri a Filetto, e poi ancora giovedì 9 maggio, sempre alle ore 21, presso il Seminario Vescovile Maggiore a Massa. Sabato 11 maggio verrà celebrata una Santa Messa per le Vocazioni presso il Monastero delle Clarisse dell’Immacolata ad Aulla, alle ore 7.30. Alla sera invece, nella parrocchia della Madonna del Pianto a Castagnola (Massa), con inizio alle ore 21, il Vescovo mons. Santucci presiederà la Veglia Diocesana Vocazionale, la cui strutturazione ha visto il coinvolgimento dei Fratelli delle Scuole Cristiane. La ricorrenza del Giubileo Lasalliano ha permesso di personalizzare il tema della Veglia, come si evince dal titolo “Vide l’invisibile nel visibile”, che vedrà un parallelo tra le esperienze vocazionali di Mosè e di an Giovanni Battista de La Salle. Durante la serata la chiave di lettura sarà offerta dalla preziosa testimonianza di Fratel Gian Piero Salvai FSC. Infine, domenica 12 maggio dalle ore 15, “Chierichetti in  festa”, il secondo incontro diocesano per i ministranti presso i locali del Seminario di Massa, promosso congiuntamente dall’Ufficio Liturgico Diocesano e dal Centro Diocesano Vocazioni. Il pomeriggio si concluderà con la Santa Messa in Cattedrale, alla quale sono invitati anche i genitori dei chierichetti.